E ora soci privati e Ds si interrogano su Mussari

Dalla possibilità di unirsi a Bnl per dare vita a un gigante del credito nazionale alla volontà di isolarsi all’ombra delle mura della Fondazione Mps. Davanti all’ennesimo arrocco di Mps, i soci privati, Caltagirone e Gnutti, si chiedono quale sia la strategia di Giuseppe Mussari per una banca che ha prima concentrato energie nel 4,5% di Via Veneto, per poi sconfessare un fidanzamento visto con favore dalla stessa Bankitalia. Un dietrofront che ha pesato su Mps, costretto a confrontarsi con gruppi che in questi anni non hanno lesinato energie per le acquisizioni. La dura reazione di Gnutti davanti allo stop del cda a finanziare le mire di Bipielle su Antonveneta dimostra che i dissapori tra i grandi soci privati non mancano. Ma ora la condotta di Mussari solleva perplessità anche tra i Ds romani. Cui fa eccezione Bassanini, da sempre sponsor convinto di Mussari.