E ora va a Lourdes con i pellegrini

Tre treni e due aerei per portare a Lourdes i pellegrini milanesi. A guidare le duemilatrecentocinquanta persone in partenza (un record di partecipazione) il vescovo, il cardinale Dionigi Tettamanzi. Il grande gruppo dell’Oftal (l’Opera federativa trasporto ammalati a Lourdes) partirà il 17 settembre per tornare il 22 e tra gli oltre duemila partecipanti ci saranno 470 malati e 680 persone a assisterli: centonovantacinque di loro sono alla prima esperienza come Dama e Barelliere.
Tra i debuttanti dell’assistenza ai malati ci sono ben cento giovani tra i 17 e i 30 anni, la maggior parte liceali. E i ragazzi che hanno provato a far del bene ritornato, come prova il fatto che sessanta partecipanti alla seconda volta hanno tra i 17 e i 30 anni. Tra i gruppi più consistenti quelli dell’Istituto Salesiani di Via Tonale, l’Istituto Montini, le Marcelline di Piazza Tommaseo e il Leone XIII.-Milano).
Tra i momenti di preghiera la Messa alla Grotta di Lourdes, dove la Madonna è apparsa a Bernadette, e la Messa dell'Accoglienza delle Dame e Barellieri alla prima esperienza, poi la Messa dell'Impegno, dedicata ai volontari che hanno deciso di vivere un’altra esperienza di pellegrinaggio a Lourdes e che riceveranno la medaglia dell'Associazione.