E ora vi portiamo a Mauritius per vedere il paradiso

«Una perla che distilla molta dolcezza sul mondo», così Conrad definì Mauritius in uno dei suoi «Racconti di Mare e di Costa». A 800 km a est del Madagascar, quest'isola è un giardino galleggiante che esprime armonia nei colori della sua natura rigogliosa, nei sapori di una cucina ricca di spezie e di profumi e in un mare che ha le iridescenze delle conchiglie. Ma soprattutto nei tratti di una popolazione che ha saputo mescolare nel proprio spirito creolo l'energia dell'Africa, la leggerezza mistica dell'India, la raffinatezza e il savoir faire della Francia.
Partiremo da Milano e Roma con un volo di linea Air Mauritius e alloggeremo in uno splendido resort nel sud-ovest dell'Isola, il Dinarobin Hotel Golf & Spa, nella penisola di le Morne Brabant: 150 ettari di sogno tropicale circondati da un nastro bianco di spiaggia che corre per sette chilometri lungo il periplo della penisola. Potremo dedicarci al relax in spiaggia e nella spa, a divertenti escursioni in mare tra i delfini, allo snorkeling, ma anche al golf in uno spettacolare campo di 18 buche. Mauritius è un giardino, a tratti spontaneo, a tratti coltivato con uno straordinario ecosistema di specie vegetali endemiche. I picchi vulcanici dalle forme singolari e ammantati di leggende emergono da vaste distese di canna da zucchero e da rigogliose foreste. Visiteremo i giardini botanici di Pamplemousses, nel nord dell'isola, tra i migliori del mondo, dove le palme sono così plastiche da sembrare sculture e le ninfee hanno dimensioni gigantesche. Ci recheremo anche a Port Louis, la capitale, con il suo imperdibile mercato alimentare ricco di spezie e di coloratissima frutta tropicale.
Chi lo desidera potrà visitare Chamarel, famosa per le sue terre colorate risultato del raffreddamento difforme della roccia e la foresta del Black River Gorges National Park, che offre numerosi punti panoramici e spettacolari cascate. Per vivere intensamente il mare si potrà partecipare a divertenti crociere in catamarano verso isolette disabitate o raggiungere la famosa Île aux Cerfs sulla costa est, gioiello di baie incontaminate. La sera ci lasceremo coinvolgere dai ritmi energici del séga, combinazione di musica e danza creole, pura espressione di gioia. Se si ama cucinare ci sarà anche la possibilità di seguire un intrigante corso con Stefano Fontanesi, chef al Dinarobin che, all'alta cucina italiana, abbina spezie e prodotti locali. Per imparare a ricreare un po' di magia creola anche tra le pareti di casa.
Non mancheranno ovviamente incontri a sorpresa con importanti e interessanti personaggi e serate di convivialità tra il «popolo dei lettori de il Giornale». Accompagnati nel viaggio da Nicola Forcignanò - vicedirettore del Giornale -, Stefano Passaquindici- responsabile dell'organizzazione dei Viaggi de il Giornale e alcune «Firme Storiche» del vostro quotidiano -. Si partirà da Milano e Roma L’8 febbraio con voli di linea Air Mauritius, pernottando nelle suite del prestigioso Dinarobin hotel, 5 stelle lusso, della catena Beachcomber al prezzo speciale riservato di 2.670 euro. Supplemento singola 610 euro. Possibilità di estensione del soggiorno di ulteriori 6 notti con rientro in Italia domenica 21 febbraio, euro 1.390.