E la piazza diventò un pagina bianca tutta da scrivere

Firenze. Una pagina grande quanto una piazza, anzi una piazza che diventa un’enorme pagina bianca. È quello che è accaduto a piazza della Repubblica, coperta da 1.350 metri quadrati di nylon dove tutti hanno potuto esprimersi scrivendo o disegnando. L'idea è stata di un artista di strada di nome Ivan, che fino a sera ha invitato i passanti a usare secondo creatività personale lo spazio della pagina, «più grande del mondo». Per per pubblicarvi idee, pensieri e poesie. Senza lasciarsi possibilmente andare alle volgarità. «Ho sempre pensato - ha aggiunto l’artista che di origini però è milanese - che una pagina bianca sia, nei fatti, una poesia non scritta. Vorrei però che i fiorentini scrivessero la loro e usassero, questa piazza per farlo». L'iniziativa si è svolta nell'ambito della kermesse «Street without Wall» e fin dalla mattina centinaia di persone non vedevano l’ora di esprimersi sulla pagina bianca più grande del mondo. Poi si sa come vanno a finire tutte le cose. Alla fine si volta sempre pagina...