E il pierre ammise: "La cocaina? Bastava chiedere"

Milano - Domanda e risposta. Nomi e Circostanze. Da un lato, il pm Frank Di Maio. Di fronte, Pietro Tavallini. Compagno di «riga» di alcune «starlette». La polvere bianca? «Basta chiedere».
Pm: «Lei è un consumatore di cocaina?»
T: «Sì, due o tre volte alla settimana, anche tre o quattro. Non l’acquisto praticamente mai, perché mi viene regalata da persone che incontro nei locali»
Pm: «Lei ha mai visto fare uso di sostanza stupefacente all’interno del privé?
T: «Sì, nel bagno del privé»
Pm: «Mi faccia qualche nome»
T: «Alessia Fabiani \. In effetti c’è stata una volta in cui l’ho fatto con Alessia. \ Aida Yespica, \, quella volta lì è successo che siamo andati praticamente in questo stanzino del “The Club”; \ Ana Laura Ribas, \ Franceso Arca. \ La Ribas l’ho vista tirarla fuori quando eravamo lì in bagno»
Pm: «Chi è ’sto Francesco Arca?»
T: «Un tronista. L’ho incontrato prima di Natale \. Lui mi aveva chiesto se avevo della cocaina da dargli»
Pm: «E come fanno esattamente?»
T: «Chi vuole, capita di prendere della cocaina quando sono nel locale, quando siamo col piede al tavolo basta chiedere “hai una riga?”, e te la danno di base, col fatto che sono delle ragazze te la danno».
Pm: «Quindi c’è facilità di accesso allo stupefacente?»
T: «Sì. \ Ho sempre consumato insieme a loro, la prendiamo sempre insieme».