E Di Pietro corteggia la Forleo

Grandi manovre in casa Idv in vista delle prossime Regionali. E in Puglia, dove il partito di Di Pietro potrebbe correre da solo, ecco calare il «jolly». Si rincorrono voci sulla candidatura di Clementina Forleo, il magistrato «scomodo» salita gli onori delle cronache per le inchieste sul caso Antonveneta e per le polemiche attorno alle intercettazioni dei «furbetti del quartierino». A Tonino non va giù l’ipotesi di un Vendola-bis, chiede «discontinuità», ecco perché i suoi uomini sarebbero alla ricerca del nome «nuovo». Interpellato dalla Gazzetta del Mezzogiorno, il coordinatore locale Idv, Pierfelice Zazzera, non conferma intanto si dichiara «felicissimo di sostenerla se si arrivasse a questa scelta... ». L’ultima parola, ovvio, spetta al grande capo. Ma non sarebbe certo la prima volta che l’Italia dei valori va a pescare in Procura. Alle Europee il pm Luigi De Magistris è stato l’uomo-copertina, e in terra pugliese bussarono ancora alla porta della brindisina Forleo. Ma quella volta riuscirono a mettere in lista «solo» il suo avvocato Giovanni Pesce.