E Di Pietro perde i pezzi

Lancia l’allarme contro «cemento selvaggio» che devasta la Liguria, protesta contro la chiusura delle stazione di Polizia ferroviaria di Sampierdarena: Anna Maria Panarello, nominata segretario regionale del Movimento politico Italiani nel mondo che fa riferimento al presidente della commissione Difesa del Senato Sergio De Gregorio, prende posizioni decise sui problemi del territorio che riguardano, in particolare, ambiente e sicurezza. Uscita dall’esperienza di Italia dei valori, Anna Maria Panarello ha aderito alla nuova formazione del senatore con l’obiettivo di radicare fortemente il movimento in Liguria. Da qui, le prime battaglie condotte con determinazione per bloccare «le colate di cemento che deturpano le località più incantevoli della regione, con attacchi ai paesaggi, ai golfi, alle bellezze locali in barba a norme che tutelano luoghi fino a pochi mesi fa intoccabili. Le giunte la smettano - insiste Panarello - di dare via libera a questa deturpazione selvaggia». Né minore importanza riveste la sicurezza: «Apprendiamo con viva preoccupazione - aggiunge il segretario ligure di Italiani nel mondo - la notizia della ventilata chiusura della stazione Polfer di Sampierdarena, in un momento assai difficile nel quale il senso di insicurezza dei cittadini è fortissimo. Ci faremo promotori di un tavolo fra tutti gli enti e i partiti per scongiurare il provvedimento». Intanto Idv resta al centro dell’attenzione degli osservatori anche in relazione al singolare «incrocio» - a livello ligure - che si è creato con l’Udeur: per un senatore (Egidio Pedrini) passato dal partito di Mastella ai dipietristi transitando per il Movimento per le Autonomie, c’è un ex assessore e attuale consigliere comunale (Salvatore Ottavio Cosma) che ha fatto il percorso inverso. Entrambi, comunque, senza «tradire» al momento il centrosinistra.