E la Première Dame anticipa all’11 luglio l’uscita del terzo cd

È stata anticipata all’11 luglio l’uscita del nuovo disco della première dame francese Carla Bruni, Comme si de rien n’etait («Come se niente fosse»), in Francia e nella maggior parte dei Paesi europei. Lo ha reso noto oggi la casa di produzione dell’album, Naive, in un comunicato in cui viene precisato che le royalties della cantante saranno interamente donate ad una fondazione caritativa francese, la Fondation de France.
In un primo tempo l’uscita era prevista per il 21 luglio, ma la casa discografica ha deciso di anticipare il lancio. L’album contiene 14 brani: dodici in francese, uno in inglese - la ripresa di You belong to me nella versione di Bob Dylan - e uno in italiano, Il vecchio e il bambino di Francesco Guccini. Un altro brano già assurto agli onori della cronaca è Tu es ma came («Tu sei la mia droga»), «più mortale dell’eroina afghana più pericolosa dalla bianca colombiana». Polemiche in Francia perché si pensava fosse riferito al presidente - cosa che lei ha negato - polemiche a Bogotà, offesa per la citazione.
Il disco è stato registrato in diretta nello studio storico Labomatic, vicino agli Champs-Elysées, con la band di sempre: Freddy Koella alla chitarra, Denis Benarrosh alla batteria e Laurent Vernerry al basso e gli arrangiamenti di Dominique Blanc-Francard. Sulla copertina dell’album sarà solo Carla Bruni, senza altri cognomi. Anche se la casa discografica aveva avuto l’idea di apporre uno sticker sull’album: «Potete amare Carla Bruni senza amare suo marito». Ovvero il presidente francese Nicolas Sarkozy.