E Profumo si ferma: «Stop ad acquisizioni per almeno 2-3 anni»

da Milano

Quotazione anche alla Borsa di Varsavia entro fine anno per Unicredit che, dopo aver assorbito Capitalia, non ha in programma altre acquisizioni per i prossimi 2-3 anni. «Abbiamo un fantastico potenziale di valore» legato all’ulteriore consolidamento dell’integrazione, ha detto alla Reuters l’amministratore delegato Alessandro Profumo sottolineando come le energie siano oggi completamente focalizzate nel lavoro per mettere a regime la nuova superbanca. Il management di Unicredit, ha proseguito il banchiere, è «sicuro che il maggior valore per i nostri azionisti viene dall’implementazione del nostro concetto di network». Quanto infine a Mediobanca, l’iter per cedere circa la metà della quota detenuta da Unicredit dopo le nozze con Capitalia «procede in linea con l’obiettivo di fine anno».