E questa sera l’eclettismo di Scannapieco

E questa sera a Villa Celimontana è di scena Daniele Scannapieco con il concerto «Out of time», accompagnato da un trio composto da Claudio Filippini (piano e organo), Tommaso Scannapieco (contrabasso) e Marcello Di Leonardo (batteria), tutti specialisti del proprio strumento che amano confrontarsi e relazionarsi con un repertorio che spazia dagli originals agli standars. Una ricerca legata a sonorità sperimentali, un percorso variegato attraverso itinerari antichi e nuovi. Nato a Campagna, nel 1970, figlio d’arte, Scannapieco cresce a contatto con l’ambiente jazz prima campano e poi italiano ed europeo. Nel 1991 si trasferisce a Roma dove inizia a collaborare con alcuni dei musicisti di jazz più rappresentativi in Italia, tra i quali Roberto Gatto e Stefano Bollani. Tante anche le collaborazioni prestigiose con musicisti stranieri, tra i quali anche Henri Salvadorman, D.D. Bridgewater. Attualmente, dopo una lunga tournée con DeeDee Bridgewater, Daniele è co-leader (con Fabrizio Bosso) di un quintetto che sta riscuotendo notevoli consensi di critica e pubblico: High Five 5et. Dalle 22,15, costo del biglietto 8 euro.