E la regina sbottò: «Che carrozza esagerata!»

Tra moglie e marito non mettere il dito. Figuriamoci le labbra... Ma se a leggere il labiale non è la pettegola di turno ma una «seria professionista», le cose cambiano. E, pare, che miss Tina Lannin sia una vera autorità in tema di pissi pissi-bau bau.
Almeno così ritiene il Daily Mirror che le ha affidato un compito delicatissimo: decifrare il «non detto» (cioè il sussurrato a denti stretti) dalla premiata ditta «Kate-William&Company» nel giorno del matrimonio.
Diciamo subito che miss Lannin non è che abbia fatto scoperte sensazionali, le parole «a mezza bocca» risultano infatti anche mezze banalità. Qualche esempio? «Sono così orgoglioso. Sei mia moglie!», avrebbe risposto un emozionato principe William alla neo-dolce metà che gli chiedeva se era felice, mentre in carrozza dall’abbazia stavano raggiungendo Buckingham Palace. Ma il vero scoop sarebbe stato una frase del tipo: «Sono così depresso. Ma non potevamo rimanere solo fidanzati?». «Intercettata» anche Pippa - alias «lady lato b» - (la sculettante sorella di Kate) prodiga di complimenti con la duchessina di famiglia appena impalmata: «Sei stupenda». E cosa le avrebbe potuto dire, «My God, come stai male»?
Ma procediamo nell’accurato esame della professoressa «labbrologa». Dentro alla chiesa, William e il fratello sono dinanzi all’altare; Harry si gira, vede Kate entrare e mormora allo sposo: «Eccola, arriva». E sai che notizia...
Quando poi lei arriva all’altare, William le dice: «Sei attraente, sei bellissima». E al padre Michael: «Meno male che doveva essere una piccola cosa in famiglia». E quest’ultima, effettivamente, è una battuta divertente; o meglio, una freddura il stile british.
A mezzogiorno, a cerimonia conclusa, la regina dice al consorte, il principe Filippo: «È stato strabiliante» e poi, una volta uscita dall’abbazia: «Volevo che prendessero la carrozza più piccola». Come dire: va bene lo sfarzo, ma senza esagerare.
Del resto ci si sposa una volta sola. O no?