E Sangalli spinge Podestà: "Spero che in Provincia..."

Apertura di credito del presidente dell’Unione del
Commercio di Milano Carlo Sangalli. Destinatario il candidato del Pdl
alla presidenza della Provincia, Guido Podestà, citato in
almeno tre passaggi di un intervento efficace e appassionato

Per restare in tema: un’apertura di credito notevole quella del presidente dell’Unione del Commercio di Milano Carlo Sangalli. Destinatario il candidato del Pdl alla presidenza della Provincia di Milano, Guido Podestà, citato in almeno tre passaggi di un intervento efficace e appassionato del «padrone di casa», ieri in corso Venezia. Un endorsement in piena regola che il numero uno di Confcommercio ha lanciato davanti a una platea di centinaia di imprenditori, il cuore della borghesia ambrosiana (e italiana), nel corso della tappa milanese del roadshow - appunto - sul credito e le piccole e medie imprese.
A due settimane dal voto amministrativo. «Le piccole imprese non sono un’anomalia neanche in Europa. E un ringraziamento oggettivo - ha detto Sangalli dopo aver salutato il ministro Maroni - va una persona che si è impegnato in maniera seria ed efficace per testimoniare questa importante presenza» da vicepresidente del Parlamento europeo. «Mi auguro che questa tua capacità di realizzazione - ha detto rivolgendosi a Podestà - possa continuare in un impegno di carattere amministrativo provinciale». Poi un passaggio sull’innovazione: «Ne parlavamo pochi giorni fa con Guido Podestà», ha riflettuto Sangalli. Infine: «Taglio corto - ha concluso il presidente di Confcommercio - perché non voglio far perdere tempo a Podestà impegnato in una campagna elettorale molto importante». E da ieri ancora più forte.
AG