E a Sanremo si prepara il duetto con la Minnelli

La bizzosa diva americana arriverà all’Ariston Insieme reciteranno una scena del musical

da Milano

E chissà che cosa combineranno quelle due sul palco dell’Ariston. Magari un accenno di duetto in Cabaret, oppure in Money, money money, che sono brani così forti, così intensi da giustificare persino qualche licenza musicale. O, forse, il loro sarà più semplicemente l’abbraccio in diretta tivù, uno scambio di battute tra le due protagoniste, così distanti nel tempo e nello stile, del musical di Bob Fosse che sbancò Broadway e poi vinse addirittura otto Oscar nella sua versione da schermo.
Comunque sia, Liza Minnelli e Michelle Hunziker si incroceranno al Festival di Sanremo. Sarà l’incontro tra opposti: la superdiva che danza da quarant’anni sulla sottile linea rossa dell’eccesso e la soubrette che prova a fare della domestica normalità il suo tratto distintivo. Ed è stata proprio la Hunziker a chiedere a Baudo (e a ottenere) l’arrivo di Liza Minnelli. E proprio ieri lei, presentando il suo debutto teatrale nel ruolo della malinconica e trascinante Sally Bowles, ha accennato a qualcosa tra le righe: «Sicuramente al Festival approfitterò del fatto che recito Cabaret a teatro. E Baudo ha già detto che mi farà cantare e ballare qualcosina».
Appunto.
Mentre il contratto è quasi ultimato (e parte del merito è senz’altro di Liz Rosenberg, portavoce di Madonna nonché garante della rinascita artistica della sessantenne Minnelli), il coreografo David Parson è già al lavoro per completare i dettagli di quello destinato a diventare uno dei momenti più intensi del prossimo Festival, che ha proprio le sue linee conduttrici nell’incontro tra presente e passato, tra memoria e attualità.
Tutto, nel Sanremo al quale Baudo sta imponendo giorno dopo giorno un’impronta spettacolare e quasi vintage, sarà Cabaret nel senso più nobile e ahimè quasi perduto in televisione: grandi melodie, scenografia maestosa, poche licenze al trash e alle volgarità. Almeno, si spera.