E se Milano ci guadagnasse?

Tra esportazioni e banche un'uscita dell'Inghilterra dalla Ue potrebbe convenire. Sala: «Convinceremo le imprese a venire qui»

Milano potrebbe in qualche modo avvantaggiarsi di ciò che accadrà quando il divorzio tra Gran Bretagna e Unione europea sarà ratificato. Spiega Andrea Goldstein, managing director di Nomisma: «C'è la speranza che qualche banchiere londinese si trasferisca a Milano, perché se la City di Londra perde il suo ruolo centrale nel mercato finanziario europeo, funzioni come quelle di traders, analisti, banchieri potrebbero trovare nuova sede a Milano». Inutile dire che gli scenari sono futuribili e la partita ancora aperta, ma Milano potrebbe acquisire un peso maggiore all'interno delle piazze finanziarie del Continente.

Ma sono soprattutto i dati dell'export lombardo a generare ottimismo. La Lombardia, secondo uno studio di Nomisma su dati Istat, è una delle Regioni meno colpite e meno a rischio.