E in settembre il «rosso» supera i 9 miliardi

da Milano

Rosso sempre più rosso per l’industria del risparmio gestito in Italia, che con un patrimonio in progressiva erosione a 1.082 miliardi di euro (un anno fa si festeggiava il superamento di quota 1.100 miliardi) ha registrato in settembre deflussi di 9,3 miliardi. Lo annuncia l’ultima rilevazione della mappa del settore curata da Assogestioni. Gli Oicr aperti, cui si devono 6,3 miliardi di raccolta negativa e che rappresentano oltre la metà dell’intero patrimonio gestito (oltre 570 miliardi di asset), continuano a essere la maglia nera dell’industria. Mantengono un segno meno pesante anche le Gpf retail - meno 1,74 miliardi - e le Gestioni di prodotti assicurativi, che lasciano sul terreno 1,1 miliardi. Positiva per 46 milioni la raccolta delle Gestioni di patrimoni previdenziali e delle «altre gestioni» (21 milioni), mentre scivolano in negativo per 6 milioni rispetto ad agosto i fondi chiusi e restano in rosso per 168 milioni le Gpm Retail. Tra i prodotti, dati positivi per quelli Monetari (1,74 miliardi) e gli hedge (145 milioni), mentre gira in negativo la categoria flessibili, con deflussi lordi importanti e di poco sotto un miliardo. Immutata, o quasi, la situazione delle categorie rimanenti.