E un sindaco mette il divieto

A differenza di tutte le sale cinematografiche d'Italia, a Chivasso, vicino a Torino, i minori di 14 anni non potranno assistere alla proiezione del film di Mel Gibson. Infatti il sindaco Bruno Matola ieri pomeriggio ha annunciato di aver predisposto e firmato un'ordinanza di divieto che diventerà immediatamente esecutiva appena la pellicola arriverà in una sala cinematografica di Chivasso. Il primo cittadino si è mosso in base alla norma (art. 54, comma 2, del Testo Unico 267/2000) che attribuisce al sindaco il potere di adottare ordinanze che minacciano l'incolumità dei cittadini, che comprende anche la tutela della «personalità dei minori».