E il sindaco sampdoriano si veste di rossoblù

(...) la Gradinata Nord, si sono succeduti giocatori e staff tecnico della prima squadra dopo il giusto tributo al settore giovanile capace di raccogliere in questa stagione dorata importanti traguardi.
La festa promozione ha fatto da epilogo ad un giovedì che aveva avuto anche il suo momento istituzionale nel ricevimento della squadra a palazzo Tursi, sede del Comune di Genova. Nel salone di Rappresentanza il sindaco Marta Vincenzi, di dichiarata fede blucerchiata ma vestita di blu e con uno scialle rosso, ha premiato la squadra e lo staff dirigenziale con una medaglia raffigurante il bigo, «uno dei simboli della rinascita della nostra città» ha sottolineato. «Non è soltanto con la gioia di un successo sportivo che ci complimentiamo con voi - ha dichiarato la Vincenzi rivolgendosi alla squadra e al presidente Enrico Preziosi seduto vicino a lei - ma con la gioia aggiuntiva di un segno che ci spinge ad andare avanti a migliorare come città, perché insomma quando la fortuna è buona bisogna coglierla». «Volevo intanto ringraziarla per questo incontro - ha replicato un Preziosi visibilmente emozionato - perché al di là dell'onore è un incontro della città di Genova. Io credo che il Genoa in serie A possa dare un segnale. Io ringrazio lei signor sindaco, tantissimo».
E poi via ai regali per la Vincenzi con una targa recante tutte le firme dei giocatori, un pallone firmato dalla squadra e, a sorpresa, la maglia rossoblù con il nome Vincenzi sulle spalle che ha suscitato lo stupore e i sorrisi del neo sindaco e il commento convinto di Preziosi: «Se rapporto ci deve essere che sia fino in fondo».
Ma a margine, e dopo la foto di rito sulla scalinata di Tursi, The Joker è tornato sulle sue prossime dimissioni da presidente. «Anche Moratti si è dimesso - ha affermato - io lo farò soltanto per cercare di difendere la mia onorabilità senza che venga danneggiato il Genoa e la sua immagine. Il mio impegno infatti non cambia. Allestiremo una squadra competitiva. Serviranno cinque, sei innesti e partiremo con i rinforzi in difesa». Soddisfatto dell'incontro a Tursi anche il tecnico rossoblù Gian Piero Gasperini. «Questo incontro con il Sindaco - ha dichiarato - è la dimostrazione di aver raggiunto un grande traguardo e la consapevolezza di voler fare ancora bene».
Stasera ultimo atto dei festeggiamenti. Al teatro Alberti di Desenzano sul Garda, recentemente acquistato e ristrutturato da Enrico Preziosi, si terrà la festa privata che si annuncia ricca di vip e sorprese. Dopo per la squadra ci sarà il rompete le righe. La ripresa della preparazione è fissata per metà luglio quando il gruppo di Gasperini partirà per il ritiro austriaco di Neustift.