E a sorpresa spunta Emirates

Alitalia ha ufficialmente affermato, ieri, che la liquidità in cassa è sufficiente per almeno 12 mesi. Con un comunicato la società ha dunque smentito di non essere in grado di far fronte ai debiti finanziari che scadranno nel 2008. Ma i conti estivi e il modesto aumento dei passeggeri in agosto rendono molti esperti ben più pessimisti. Ieri frattanto è spuntato per Alitalia un interesse di Emirates, la compagnia del Dubai. Avrebbe sottoscritto un accordo con la cordata di cui l’avvocato Antonio Baldassarre è advisor legale e la società Sviluppo Mediterraneo, presieduta da Giancarlo Elia Valori, è advisor economico. Nella cordata ci sarebbero banche africane, fondi Usa e soggetti cinesi.