E la speculazione porta il barile a quota 108

da Roma

Ancora un record per le quotazioni del greggio: sul mercato newyorchese, il prezzo del barile è salito sopra i 108 dollari, ennesimo primato storico, per poi ridiscendere sotto quota 107. A Londra, il Brent è stato quotato 103,19 dollari al barile, vicino ai massimi. Gli operatori sostengono che il rialzo del greggio ha prevalente natura speculativa. Gli investitori acquistano futures sul petrolio perché il ritorno sull’investimento ha superato nettamente quello ottenibile con investimenti sui mercati finanziari. Hedge Fund e altri operatori finanziari hanno incrementato le loro posizioni sul greggio nella scommessa di un rialzo costante delle quotazioni. Una tendenza confermata da un recente rapporto della Commodity Futures Trading Commission.
«Abbiamo visto bolle in tutti i mercati, negli anni, e prima o poi sono finite; impossibile prevedere quando accadrà anche con il petrolio», dicono alla Mfc Global Investment di Boston.