E la stampante diventa wireless

da Milano

La nipponica Brother è una delle più importanti aziende multinazionali nel settore Ict. La società è stata fondata nel 1908 dai fratelli Yasui. I primi prodotti non erano stampanti ma macchine per cucire che a tutt’oggi Brother continua a produrre. In Italia la società fattura circa 90 milioni di euro e 4,9 miliardi di dollari a livello mondiale. Tra le novità più importanti di Brother per quest’anno ci sono le stampanti wireless a getto di inchiostro che possono ricevere i dati da stampare anche da una connessione senza fili. Uno dei punti di forza della società è l’assistenza post vendita. Le stampanti sono garantite 24 mesi e se si dovessero rompere per il periodo in cui la stampante è in riparazione la stessa viene sostituita con un prodotto simile. A livello consumer uno dei modelli più innovativi è la Dcp 750w che costa circa 300 euro.