E sul Kosovo gli Usa pronti a bypassare l’Onu

New York. Gli Stati Uniti spingono sull’indipendenza del Kosovo, che vorrebbero venisse concessa nei tempi più brevi possibile, e minacciano di bypassare le Nazioni Unite se Mosca continuerà a porre ostacoli. «Siamo determinati ad andare avanti, sia all’interno del Consiglio di Sicurezza sia in altro modo», ha minacciato l’ambasciatore americano al Palazzo di Vetro, Zalmay Khalilzad.
«Le voci che si sentono da Mosca non sono incoraggianti, ma non abbiamo ancora ascoltato l’ultima parola e sta alla Russia decidere se il Consiglio giocherà un ruolo nella decisione su quello che sarà il prossimo passo a proposito del Kosovo», ha aggiunto il diplomatico, riferendosi all’insoddisfazione di Mosca per il nuovo testo. L’ultima bozza di risoluzione redatta da Francia e Gran Bretagna - sulla quale Khalilzad chiede una decisione domani - parla di un nuovo round di negoziati tra serbi e kosovari, senza prevedere l’indipendenza automatica per il Kosovo.
La risoluzione originaria - su cui Mosca aveva minacciato di porre il veto - prevedeva il sostegno al piano per un’indipedenza condizionata della provincia. La minaccia dell’ambasciatore Usa di bypassare il Consiglio di Sicurezza riapre la prospettiva di una dichiarazione di indipendenza unilaterale che molti Paesi europei vorrebbero evitare.