E sulla governatrice dell’Alaska un film porno con le sosia della Clinton e della Rice

Washington. La scena clou è un rapporto lesbico a tre tra una falsa Sarah Palin, una falsa Hillary Clinton e una falsa Condoleezza Rice. Il re del porno Larry Flint, editore della rivista Hustler, ha deciso di produrre una film a luci rosse dedicato alla vice candidata repubblicana alla Casa Bianca. Il titolo della pellicola, che dovrebbe uscire prima del voto del 4 novembre, è ovviamente volgare, «Nailin’ Paylin’», (cioè inchiodando la Paylin). Il palese errore di ortografia nel nome è per evitare processi. L’attrice principale è la pornostar italo-americana Lisa Ann, 36 anni. Accanto a lei, Flynt fa tornare sotto i riflettori una pornostar storica: la bionda Nina Hartley, 49 anni. È lei la falsa Hillary. Come ha spiegato un portavoce di Hustler, la falsa Sarah «verrà inchiodata dai russi che entrano a casa sua bussando dalla porta posteriore». La Palin è stata presa in giro dalla stampa per essersi dichiarata esperta di Russia visto che dall’Alaska si vedono le coste della Siberia.