«E sulla manutenzione una gara allo sperpero»

«L’Ama sperpera soldi per un bando di gara sulla manutenzione degli automezzi quando avrebbe a disposizione personale e officine per provvedere autonomamente a questo servizio». È quanto dichiara Fabio Rampelli, deputato del Pdl. «Si tratta di un’altra decisione discutibile - sottolinea Rampelli - a 48 ore dalla notizia dell’affidamento dell’impianto di produzione di combustibile da rifiuti di Rocca Cencia a Manlio Cerroni, una scelta che aggrava una situazione di vero e proprio monopolio, illiberale e contrario agli interessi della comunità, nel settore dei rifiuti. Questa gara prevede il servizio di manutenzione di complessivi meccanici e autotelai cabinati Iveco-Fiat bandita dalla società controllata Ama Fleet Maintenance dell’Ama, costituita appositamente per garantire l’assistenza tecnica agli automezzi dell’Ama. L’importo della gara è di complessivi 500mila euro e include la fornitura di manodopera specialistica e ricambi per un periodo di ventiquattro mesi». «L’Ama Fm - osserva Rampelli - dispone di officine e attrezzature che fanno invidia anche a quelle della stessa Fiat, e di un organico non indifferente, costituito da duecento operai comuni e specializzati e quarantanove impiegati, oltre a due quadri e un dirigente». «Perché bandire una gara anziché usufruire del personale interno? Non si tratta dell’unica operazione discutibile – conclude Rampelli - realizzata da un Cda dell’Ama formalmente in scadenza e politicamente scaduto».