E Tajani mangiò il risotto bruciato

La pasta scotta proprio no, ma il risotto bruciacchiato ha i suoi estimatori. Uno, non si sa quanto sincero o quanto solo educato, è il vicepresidente della commissione europea per l’industria Antonio Tajani (nella foto). L’episodio tiene ancora banco a Bruxelles, proprio nei giorni in cui riprendono i lavori. Ancora si parla della cena a casa dell’eurodeputata Pdl Lara Comi, prima della pausa estiva: ai fornelli Fausto Pinna, il compagno di Iva Zanicchi (anch’essa europarlamentare Pdl). Un cuoco forse distratto dalle sue ospiti, che ha servito un risotto «fumè». Tajani, però, lo ha trovato di suo gusto: «D’altronde - ha scherzato - mio padre era nell’esercito, mi ha insegnato a non essere schizzinoso».