E Todt conferma: «A Valencia potrebbe esserci Valentino»

Schumi stizzito per le domande su Rossi: «Siamo concentrati sul lavoro». Il presidente incita Massa: «Imparerà come Zola accanto a Maradona»

da Scarperia

Schumi che non si vuole arrendere all’età «perché si può correre anche a quarant’anni» si presenta infreddolito ma in forma smagliante dopo una trentina di giri sul tracciato toscano (miglior tempo 1’21”904). Di solito non ama parlare molto, però, un pochino si sbilancia. «La 248 F1? Il mio è un buon giudizio - dice - però le condizioni non sono ottimali, fa freddo. Intanto abbiamo avuto una mattina senza problemi. Una trentina di giri positivi. Posso dire che la macchina è buona e competitiva, al momento. Però quanto sia buona e competitiva lo potrò dire solo più avanti, quando ci sarà stato un confronto con gli avversari». Ma è come se l'aspettava, questa 248 F1? «Sì. E ciò è molto positivo. Quella dell'anno scorso non era come pensavamo che fosse. Quest'anno è invece più corrispondente alle nostre aspettative. Ripeto: ora quello che conta è vedere come sarà la 248 rispetto a quelle degli avversari».
Occasione per il confronto saranno anche i test di Valencia (31 gennaio-3 febbraio), dove potrebbe debuttare Valentino Rossi per la prima volta in pista insieme ad altri piloti di F1. E anche ieri il Dottore delle moto, benché in Malesia, aleggiava sulla presentazione della Rossa. Ne ha parlato il presidente Montezemolo: «Rossi è un campione e se dovesse venire in Formula 1 lo farebbe per vincere... Non c'è una pistola puntata contro di lui, posso dire che farà altre prove in tutta libertà». E ne hanno parlato gli altri big, Jean Todt e lo stesso Schumi. Todt: «Sì, farà altre prove con noi, ma nel dettaglio non c'è ancora nulla di deciso. Non è escluso che faccia qualche test a Valencia, ma non è deciso ancora al 100 per cento»; Michael: «I test a Valencia con Valentino? Sarà una bella esperienza per lui e per voi giornalisti... Per me è chiaro che stiamo lavorando concentrandoci moltissimo sulla stagione. Non è rilevante quello che accadrà dopo. Conta quello che succede quest'anno. Non so i dettagli dei futuri test di Rossi. Siamo concentrati sul nostro lavoro».
Il campione tedesco torna poi a parlare del presente. «Felipe Massa? Io e lui assieme potremo rivelarci un'ottima combinazione. È un pilota molto bravo, di talento. La squadra è felice di lui. Credo che ci siano tutti gli ingredienti per costituire una coppia di successo». Quanto a Massa, ecco le sue parole: «Sono rimasto impressionato dalla nuova macchina, mi sembra affidabile, la stabilità è molto buona».
Per riascoltare Schumi, l'obiettivo è dichiarato: tornare al vertice, «normalmente siamo i migliori. L'anno scorso è stata un'eccezione». Quindi ancora sull’età che avanza: ci sono giovani come Alonso che sembrano volerla scalzare? «Non conta l'età scritta sul passaporto, ma come ci si sente. Con quei giovani gioco a pallone e non ho la sensazione di sentirmi vecchio. So ancora cosa bisogna fare».