E' tragedia nel Bresciano:uccisa dal pastore tedesco

Da giorni nella villa si stavano facendo dei lavori e il cane era tenuto legato ad una catena. Non appena la signora è entrata nel cortile, il pastore le si è avventato

Tragedia nel Bresciano dove una 73enne è stata uccisa dal suo pastore tedesco che, senza alcun motivo, sarebbe stata azzannata improvvisamente alla gola. La vittima, Maria Marone, è morta quasi all’istante. A ricostruire la dinamica dei fatti è stato un operaio che stava lavorando non molto distante e avrebbe assistito alla drammatica scena.

La donna, una vedova di 73 anni, viveva in una villa bifamiliare alla periferia di Carpenendolo e divideva gli spazi con la famiglia del figlio sposato. Secondo una prima ricostruzione fatta agli inquirenti, il pastore tedesco che, a quanto sembra, non aveva mai causato problemi al punto che i due nipotini giocavano tranquillamente con l’animale, si trovava in cortile. Da alcuni giorni nella villa si stavano facendo dei lavori e anche per questo il cane era tenuto legato ad una catena. Non appena la Marone è entrata nel cortile, il pastore le si è avventato contro mirando alla gola.