E il treno veloce conquista il «plauso» dei viaggiatori

Il nuovo servizio Eurostar Alta velocità delle Ferrovie dello Stato sta riscuotendo il successo che Trenitalia, la società di trasporto del gruppo, si attendeva. A pochi mesi dall’inaugurazione delle tratte Alta velocità/Alta capacità Torino-Milano e Roma-Napoli sono già 295mila coloro che hanno viaggiato sui nuovi treni a 300 chilometri orari in piena sicurezza, dichiarandosi nel 95% dei casi soddisfatti ed esprimendo particolare apprezzamento per la velocità e il comfort di bordo.
Alti anche gli indici di puntualità: tra Roma e Napoli il 97% dei nuovi treni Eurostar Av è arrivato a destinazione puntuale o entro 5 minuti, e questa percentuale è stata del 93% fra Torino e Milano. Per ora si tratta di otto treni al giorno per ciascuna delle due nuove linee ad alta velocità, un’offerta che Trenitalia aumenterà progressivamente. Interessanti anche le nuove tariffe, che garantiscono ampia flessibilità nel cambio di prenotazione. Sulla tratta Roma-Napoli si va dalla tariffa Base di 26 euro per la seconda classe e di 33 euro per la prima, alla Flessibile di 33 euro in seconda classe e di 39 euro in prima, alla Due per uno, valida anche per la tratta Torino-Milano, che consente a chi viaggia in coppia di pagare un solo biglietto. Sulla Torino-Milano i prezzi restano quelli di un normale Eurostar: 20 euro in prima e 15 euro in seconda. Su questa linea un discorso a parte è stato riservato ai pendolari in possesso di abbonamento Intercity o Interregionale, che potranno viaggiare fino al 31 luglio sui nuovi treni Eurostar Alta velocità senza pagare alcun sovrapprezzo.
Ma il vantaggio per i pendolari è duplice: grazie al progressivo trasferimento sulla nuova rete dei treni veloci e di parte dei treni merci, sarà infatti possibile imprimere una svolta qualitativa ai servizi locali e metropolitani, che potranno quindi essere programmati con notevoli incrementi in termini di frequenze e di regolarità. É questa una delle principali ricadute positive del progetto Alta velocità/Alta capacità su tutto il sistema ferroviario nazionale: liberare spazi sulle direttrici storiche, oggi al limite delle loro potenzialità. Con le nuove linee ad Alta velocità, l’incremento di capacità sulla Torino-Milano-Napoli, offrirà valori compresi tra il 130% e il 150 per cento.
Il nuovo servizio ad alta velocità rappresenta una valida alternativa all’automobile, in quanto è conveniente per costi, tempi di percorrenza, comfort e sicurezza: sulla Roma-Napoli, per esempio, il treno Av impiega 87 minuti contro le 2 ore e 5 minuti che occorrono mediamente con un’auto di media cilindrata. Il vantaggio è anche economico: un privato che si affida all’auto spende mediamente oltre 30 euro contro i 26 del biglietto ferroviario Av. In caso di viaggio di lavoro il divario è ancora maggiore: oltre 87 euro per l’uso dell’auto (tabella Aci), contro i 39 euro della tariffa flessibile Av di prima classe. Anche il comfort è massimo, grazie a interni rinnovati, sedili più spaziosi, prese elettriche in ogni posto.