E le vacanze di Tony finiscono sul web per colpa della figlia

Londra. Su internet si può trovare di tutto. Compreso il programma delle vacanze della famiglia Blair, messo direttamente online su Facebook da Kathryn, la figlia dell’ex premier inglese. Che, in barba alle spese per la sicurezza (2 milioni di sterline l’anno, più di quanto i servizi segreti spendono per il primo ministro Brown) ha pubblicato sulla sua pagina personale, accessibile a tutti, le tappe del viaggio di famiglia in Malaysia. I servizi segreti hanno immediatamente oscurato la pagina di Katrhyn. Blair, attuale inviato Onu del Quartetto (Onu, Usa, Russia e Ue) è considerato un possibile obiettivo dei terroristi islamici. Katrhyn in passato aveva già dimostrato poca attenzione alle regole di sicurezza imposte dai servizi alla famiglia.