E in Val di Vara ricompaiono gli aironi

da Val di Vara

È proprio di questi giorni la notizia che il clima sta cambiando con previsioni catastrofiche per il nostro pianeta. In effetti anche il mare della Liguria si sta tropicalizzando. Lo si può constatare dalla temperatura dell’acqua che risulta essere di circa sedici gradi alla profondità di trenta metri e dalla flora e dalla fauna, per il nostro paese ancora inusuale, come alcuni branchi di barracuda. Anche in Alta Val di Vara l’inverno stenta a farsi sentire. In alcune zone i boschi indossano ancora l’abito dai colori autunnali. Non c’è da meravigliarsi quindi nel vedere sempre di più volteggiare in cielo e volare sopra i corsi d’acqua intere famiglie di aironi bianchi e cenerini, che hanno scelto di vivere nella verde Val di Vara, anziché migrare verso zone lontane e temperate. Durante il periodo della nidificazione, da marzo a luglio, questi grandi uccelli ciconiiformi dal collo, le zampe e il becco lungo e appuntito, vivono in colonie numerose nelle vicinanze dell’acqua in nidi di enormi dimensioni costruiti con rametti e posizionati in cima agli alberi. Pure il cibo qua non manca. Si nutrono di pesci che catturano restando immobili all’aspetto. Sarà per via del clima, dell’alimentazione abbondante e del verde rigoglioso, fatto sta che la Val di Vara ha fatto innamorare anche questi uccelli non più migratori.