E Velardi mette su internet lo stipendio da assessore

Pietro Ichino ha deciso di pubblicare sul suo blog tutti i suoi redditi. Il Riformista l’ha visto e l’ha pubblicato: ha chiesto agli altri, personaggi pubblici e no, di fare altrettanto, ma nessuno pare abbia accettato. In Campania, invece, l’assessore regionale alla Cultura, Claudio Velardi, ha deciso di pubblicare su internet il cedolino del compenso percepito dalla Regione e poi devoluto alla Caritas. A Napoli si sono accese le polemiche: giusto, non giusto, offensivo, corretto. Velardi ospita i commenti sul blog e non replica. La sua decisione la riassume così: «Ho pensato a lungo se mostrarvi il cedolino dell’indennità di assessore ed il relativo bonifico inoltrato alla Caritas. Può sembrare un atto di narcisismo, di presunzione o di snobismo, e può suonare finanche offensivo verso chi guadagna 1000 euro al mese. Ma la scelta l’ho fatta, la rivendico e penso anche che abbia un valore. Si può fare politica in modo diverso, si può dedicare (avendone la possibilità) una parte della propria vita alla collettività come una sorta di servizio civile, e tutta la politica potrebbe forse diminuire la distanza tra sé e la gente assumendo concretamente atteggiamenti, comportamenti, stili di lavoro diversi. Questo è quanto penso».