E Veltroni battezza all’Auditorium Pio la sua lista civica

Una convention per contarsi. Per dirsi «ci siamo». E per presentare il bilancio delle cose fatte. Durante l’incontro che la Lista civica Roma per Veltroni ha tenuto ieri pomeriggio all’Auditorium Pio non è stata presentata alcuna lista ufficiale dei candidati alle prossime elezioni amministrative. Ma qualche nome è comunque trapelato. Si sa per certo che si ripresenteranno tutti i consiglieri civici comunali, eccezion fatta per Pamela Pantano e Giuseppe Mannino. Le nuove entrate dovrebbero essere alcuni consiglieri municipali (Riccardo Montanari, Anna Marcon, Mario Remoli, Nino Palermo). Ma anche persone che hanno fino a questo momento rivestito altri ruoli, come il presidente dell’Upter (Università popolare di Roma), Francesco Florestano, Gianni La Bella, professore di Storia contemporanea all’università di Modena, Gabriele Cosmelli, conduttore di Radio Radio, e il congolese Jean Leonard Tuadì, docente universitario a Milano. Ancora incerta la candidatura di Paola Guerci, da poco uscita da An. Mentre paiono sicure quelle di Antonio Saccone, ex forzista, di Corrado Cutrufo, fratello di Mario Cutrufo, candidato sindaco per la Dc, e di Stefania Notargiacomo, moglie del tabaccaio ucciso. Ci dovrebbero essere, fra i candidati, anche esponenti della comunità valdese, di Sant’Egidio e del movimento buddhista. Per ora, fra questi, l’unico nome trapelato è quello di Enzo Cursio, buddhista romano.