E Vendola ammise: «Di sanità non capivo niente»

«Io la verità su Tedesco non la posso dire, perché nessuno capiva niente di sanità, questa è la verità! Perché il centrosinistra è un aggregato di chiacchieroni, no? Tedesco era un socialista uscito dagli anni di tangentopoli neanche sfiorato da un’indagine. Posso dirti queste cose qua? Non si può!». In effetti, ammettere di aver scelto un assessore regionale alla Sanità (poi dimessosi a seguito di un’indagine per appalti truccati) solo perché «ex socialista non indagato» e perché all’interno del proprio gruppo di persone all’epoca dell’insediamento in Regione non ce n’era una che capisse qualcosa di ospedali e Asl, è difficile per un governatore. Galeotto fu il fuorionda. Dopo Fini, questa volta è il presidente della regione Puglia Nichi Vendola a cadere nel tranello del microfono acceso, lasciandosi andare, nell’ultima puntata di «Report», a confidenze pericolose. E imbarazzanti.