E la villa del delitto ora è meta dei curiosi

La villetta di Garlasco, dove è stata massacrata Chiara Poggi, è diventata meta di «pellegrinaggio». Sono tanti, troppi i curiosi, molti dei quali arrivano dai comuni limitrofi, che a tutte le ore giungono in via Pascoli per vedere il luogo dell’omicidio. Un pellegrinaggio macabro. Ieri anche una famiglia al completo, mamma, papà e due figli piccoli, hanno sostato davanti alla porta della villa. L’uomo, 44 anni, ha detto che vengono spesso «a Garlasco per prendere il gelato e oggi abbiamo fatto due passi fin qua per vedere la casa». Cattivo gusto, piacere del morboso, curiosità macabra, tutto déjà vu. Era già accaduto in provincia di Brescia, nel cascinale dove venne assassinata la giovane Desiré, poi a Novi Ligure, a Cogne, lo scorso anno a Casalbaroncolo, davanti al cascinale da dove fu rapito il piccolo Tommy. Davvero desolante.