E Wojtyla telefonò a Vespa

Correva l’anno 1998 e Giovanni Paolo II celebrava il ventesimo anniversario dell’elezione. Su Raiuno, già da due anni, Bruno Vespa aveva iniziato il suo «Porta a Porta», che ha sempre dato spazio, oltre che alla politica e alla cronaca, anche ai grandi temi religiosi. Nel corso dello speciale dedicato al Pontefice polacco, con contributi filmati sui viaggi e sulle tappe più importanti del pontificato, in trasmissione giunge la telefonata di monsignor Stanislao Dziwisz, il segretario di Wojtyla. All’inizio si pensa a uno scherzo. Poi, finalmente, la telefonata viene passata in diretta e don Stanislao annuncia che sta per passare la cornetta al Papa: nell’emozione generale Giovanni Paolo II ringrazia un commosso «dottor Vespa» per quanto ha fatto quella sera ricordando i ventennale.