E X6 si propone come il vero cambio di marcia EfficientDynamics e xDrive fanno la differenza

Anno dopo anno, la gamma Bmw si arricchisce di modelli che, fin dal debutto, si presentano pronte per ritagliarsi spazi importanti nelle car policy aziendali. Ultima in ordine di tempo, la X6: una vettura innovativa già nel concept, capace di fondere l’eleganza sportiva di una grande coupé Bmw con le caratteristiche di spazio e abitabilità tipiche dei modelli della gamma X. La nuova nata, che inaugura di fatto la categoria delle Sport activity coupé, è equipaggiata di serie con il sistema di trazione integrale intelligente xDrive e propone il sistema Dynamic performance control che assicura agilità, precisione di sterzo e fedeltà di traiettoria, oltre a una trazione ottimale in qualunque situazione di guida.
Sotto il cofano romba anche un’inedita motorizzazione top di gamma: il V8 a benzina con sovralimentazione Twin Turbo da 407 cv, massima espressione del progetto EfficientDynamics di Bmw. A fargli compagnia, un portafoglio motori completo, che spazia dal sei cilindri in linea con Twin Turbo da 306 cv ai due diesel da 235 e 286 cv. In tutte le sue varianti, comunque, la X6 offre di serie il cambio automatico a sei rapporti con dinamica di cambiata ottimizzata e il selettore di marcia elettronico con paddles al volante. Un occhio di particolare riguardo, in linea con la tradizione del marchio bavarese, viene rivolto alla sicurezza: la protezione di chi sta a bordo è garantita, per esempio, dalle cinture automatiche a tre punti in tutti i posti, così come dagli airbag anteriori, laterali e per la testa e dai poggiatesta attivi nei sedili anteriori. Ampie, per la gioia di chi passa molte ore al volante, anche le funzioni riservate al comfort e all’intrattenimento, che vanno dal Bmw iDrive con tasti «preferiti» a programmazione libera al climatizzatore automatico a quattro zone, dalla ventilazione attiva dei sedili fino alla videocamera di retromarcia. I prezzi, chiavi in mano, partono da 59.870 euro.
Ma non è solo sulla X6 che Bmw punta per conquistare le flotte nei mesi a venire. Un’altra vettura sulla quale la casa scommette a occhi chiusi è la nuova 320d Cabrio, che i tecnici di Monaco hanno concepito per coniugare la sportività e il divertimento di guida tipici della Serie 3 Cabrio con un’economia di gestione finora sconosciuta nel segmento. Merito del 2.0 quattro cilindri turbodiesel da 177 cv, che la spinge da 0 a 100 in 8,6 secondi con un consumo medio di soli 5.3 litri di gasolio ogni 100 chilometri. E che si dimostra anche un ottimo amico dell’ambiente, visto che le emissioni di Co2 non superano i 140 grammi per chilometro.