Eads, alti dirigenti nel mirino della magistratura

L’ex dg di Eads, Jean-Paul Gut, è stato incriminato per insider trading, ed è sotto controllo giudiziario, con cauzione di 400mila euro. Il procedimento è arrivato nel quadro di un’inchiesta giudiziaria sulla vendita di azioni e stock option da parte di dirigenti del gruppo europeo di difesa e aerospazio e della sua filiale Airbus sospettati di essersi avvantaggiati con informazioni privilegiate. L’incriminazione di Gut arriva tre settimane dopo che un altro top manager di Eads, l’ex co-amministratore esecutivo Noel Forgeard, è stato formalmente accusato di insider trading. Forgeard, 61 anni, ha smentito ogni imputazioni ed è stato rilasciato lo scorso 30 maggio, dopo aver versato una cauzione di un milione di dollari. Gut, secondo quanto riportato dall’Amf, la Consob francese, avrebbe venduto 175 mila azioni della sua stock option nel novembre 2005 e nel marzo 2006, per un totale di 1,7 milioni di euro. Se le accuse nei suoi confronti fossero confermate in giudizio l’ex manager del marketing e degli affari esteri di Eads, rischia due anni di carcere e una multa pari a dieci volte i guadagni ottenuti con la vendita delle azioni. Gut ha respinto ogni addebito.