Earth Day Tutti gli eventi organizzati dal Comune a impatto zero emissioni

Tutti i grandi eventi della capitale saranno a impatto zero. Detto in altri termini, la quantità di anidride carbonica emessa nell’atmosfera durante un concerto o uno spettacolo sarà compensata piantando alberi in alcune zone chiave della capitale. È quanto prevederà il «regolamento verde», che l’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo ha annunciato ieri nel corso della presentazione dell’«Earth day», il concerto-evento in programma mercoledì prossimo a piazza del Popolo. La kermesse celebra la Giornata mondiale della terra, una ricorrenza che mira a promuovere una condotta individuale ecosostenibile e il rispetto per il pianeta, arrivando a coinvolgere quasi mezzo miliardo di persone in tutto il mondo.
Il fulcro della manifestazione, nata negli Stati Uniti negli anni ’70, organizzata da National Geographic Channel e trasmessa in oltre 160 paesi, sarà ancora una volta la Città Eterna. E il piatto forte della serata, che si aprirà intorno alle ore 20 e sarà completamente gratuita, coinciderà con l’esibizione di Ben Harper. L'artista, un talento stimato a livello internazionale, salirà sul palco accompagnato dai Relentless7, la sua nuova band, e presenterà in anteprima assoluta i brani del nuovo album, in uscita venerdì prossimo. A rappresentare l’Italia ci saranno invece i Subsonica, preceduti da alcune giovani promesse della scena musicale.
L’«Earth day», non poteva essere altrimenti, sarà a impatto zero: i 341mila chilogrammi di anidride carbonica generati dall’organizzazione del concerto, la produzione del materiale pubblicitario, gli spostamenti del pubblico e degli artisti verranno compensati creando quasi 100mila metri quadri di nuove foreste in Costa Rica e 20mila metri quadri nella riserva della Valle dell’Aniene. «Si tratta del progetto “Missione Roma” - ha chiarito De Lillo - che porterà alla nascita di un vero e proprio parco. Saranno circa mille gli alberi e le piante che verranno piantate. L’intervento prevederà anche l’installazione di panchine, cestini e recinzioni».
Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, che si è svolta ieri mattina in Campidoglio, era presente anche il ministro della Gioventù Giorgia Meloni: «Il concerto di mercoledì prossimo - ha detto nel corso del suo intervento - sarà un momento di festa e di musica. Al tempo stesso coinvolgerà i giovani in una sana difesa dell’ambiente e del futuro della nostra terra. Una lezione di educazione civica attraverso i moderni mezzi di comunicazione. Una sfida che si può affrontare e vincere». A fare gli onori di casa c’era invece il sindaco Gianni Alemanno, che ha elevato a modello da seguire il messaggio ecologista dell’«Earth day»: «Per sua natura e per sua vocazione geografica - ha affermato il primo cittadino - Roma può diventare l’avanguardia, la capitale di una vera e propria rivoluzione non solo tecnologica ma anche comportamentale sul versante ambientale. Roma può dare l’esempio ma deve farlo coinvolgendo tutti i cittadini».