EasyJet: «Solo aria fritta»

Non mancano le reazioni delle altre compagnie aeree e dei sindacati. Oliver Aust, Corporate Affairs Manager Europe di EasyJet, è stato esplicito sull’interesse per Malpensa: «Niente chiacchiere, solo fatti. 8 aeromobili basati in meno di 19 mesi, 21 rotte - 15 internazionali e 6 nazionali - 250 posti di lavoro, oltre 2 milioni di passeggeri per il 2007. Questo è
quello che abbiamo già fatto a Malpensa dove siamo già la compagnia numero due. L’aria fritta la lasciamo agli altri». Ruvido anche il segretario generale della Filt-Cgil, Fabrizio Solari: «Basta con i teatrini e le discussioni surreali; se il Governo, come sembra orientato da due anni a questa parte, ha deciso di cedere l’azienda all’Air France, non può esimersi dal metterci la faccia e trattare una resa onorevole»