Ecclestone trasforma in business anche la rapina subita

La sua foto con l'occhio nero promuoverà la campagna pubblicitaria di una marca d'orologi di prestigio. Lo slogan: «Guardate che cosa fa la gente per averlo...»

Il fiuto di Bernie Ecclestone per gli affari è arcinoto. L'ottantenne patron del Mondiale di Formula 1, però, stavolta si è superato. «Big Bernie», da vero re Mida, ha trasformato in oro anche la recente disavventura vissuta a Londra. La violenta rapina subita il 26 novembre è diventata una pubblicità che presto comparirà sulle pagine del «Financial Times» e dell'«International Herald Tribune». La foto di Ecclestone con il volto tumefatto e un impressionante occhio nero domina nella pubblicità di un orologio Hublot. A completare l'opera provvedono le parole del testimonial: «Guardate cosa fa la gente per un Hublot».
Dieci giorni fa Ecclestone era stato aggredito mentre era con la compagna Fabiani Flosi nei pressi degli uffici della Formula One Holdings Company. Quattro uomini avevano picchiato l'anziano magnate ed erano scappati con un bottino di circa 200.000 sterline in gioielli e denaro. «È stata un'aggressione folle. Gli avrei dato tutto, non c'era bisogno di picchiarmi», aveva detto Ecclestone commentando l'episodio.