Ecco 4mila posti di lavoro. E dove trovarli

La crisi si fa sentire di più nelle grandi aziende. Ma molte piccole e medie imprese assumono ancora e fanno fatica a trovare personale: <strong><a href="/a.pic1?ID=320235" target="_blank">ecco tutte le offerte di lavoro</a></strong>

Paradossi dell'economia italiana. A dicembre in Italia la cassa integrazione è aumentata del 110%. Migliaia di dipendenti della grande industria, dalla Fiat all'Electrolux, sono rimasti a casa. Eppure il primo bilancio dell'occupazione nel 2008 (al terzo trimestre) segna una crescita, anche se risicata: più 0,4% su base nazionale. Il risultato è la media ponderata tra il più 1,3% registrato al Nord, il più 0,3% al Centro e il calo secco dell'1% al Sud.

Ma c'è un altro dato statistico, ancora più interessante: mentre si parla tanto della crisi, in Italia ci sono quasi 200mila figure professionali letteralmente «introvabili». Lo rivela l'ultima indagine del centro studi di Unioncamere. Di tutti questi contratti a disposizione, solo 42mila sono rivolti a laureati, esclusivamente in discipline tecnico-scientifiche (da ingegneria a matematica, da fisica a chimica). Altri 88mila «posti liberi» sono riservati a diplomati tecnici e professionali. La stragrande maggioranza delle opportunità arriva dalle piccole e medie imprese artigiane: nel 2008, rivela Confartigianato, sono stati assunti ben 149mila dipendenti. Il 90 per cento a tempo indeterminato.

Eppure migliaia di giovani, piuttosto che diventare sarti o meccanici, preferiscono muoversi tra i contratti a orologeria dei call center. Per il 40% degli artigiani italiani, rivela l'associazione di categoria, trovare manodopera è ancora difficile, spesso impossibile. Va ancora peggio nelle corsie degli ospedali e delle cliniche private, dove trovare un infermiere è un'impresa. Al sistema sanitario nazionale, rivela l'Ocse, mancano 60mila paramedici.

Anche ai tempi della crisi, insomma, per trovare una buona offerta di lavoro basta indagare tra le aziende del territorio, navigare in Internet oppure consultare la stampa specializzata, da Lavorare a Panorama Economy che al tema ha dedicato un'inchiesta in collaborazione con Hr Community.

Clicca qui per leggere le quattromila proposte (con tutti i recapiti) selezionate per voi dal Giornale.