Ecco «Alta Roma»: in passerella anche la nuova Carla Bruni

Poesia, pittura, musica, ma anche attualità. Gli stilisti che parteciperanno alle sfilate di AltaRoma traggono ispirazione dalle arti più nobili come dalle notizie di cronaca. Domani alle 12, la kermesse di alta moda si aprirà con l’inno alla bellezza di Fausto Sarli: sulla scena dell’Auditorium la «Venere dormiente» del Giorgione s’incarnerà nella modella irlandese Elizabeth Kinnear, che coprirà le sue nudità solo con la chioma rossa e una parure di diamanti bianchi e gialli (un milione di euro) di Casa Damiani, mentre la voce di Maria Rosaria Omaggio reciterà versi di Petrarca e in sottofondo suonerà la «Primavera» di Vivaldi. La sofisticata collezione dalle linee tra il tardo-gotico e il primo Rinascimento, sarà indossata da 16 topmodel, compresa Eva Riccobono e dalla Miss Italia 2007 Silvia Battisti. «Semplice e aristocratica - dice Sarli - rappresenta perfettamente l’icona dell’eleganza di quel periodo che è Beatrice D’Este. Per me, è lei la nuova Carla Bruni». La compagna del presidente francese Nicolas Sarkozy ha sfilato a Roma per il sarto che ora ritrova la sua classe innata nella Battisti.
L’edizione invernale di AltaRoma, che da pochi giorni ha la sua nuova presidente in Nicoletta Fiorucci, proseguirà con Gattinoni e il ritmo cambierà totalmente. Originale, dissacrante e sperimentale come al solito lo stilista Guillermo Mariotto, il quale preannuncia una collezione che trae spunti da scandali italiani ed emergenze mondiali. La sede sarà il Palazzetto dello sport di Pierluigi Nervi e gli abiti saranno illuminati da 43 gioielli disegnati dalla principessa Grazia Borghese, che ha scoperto la sua vocazione quando ha ricevuto, nell’83, l’antico scrigno dei preziosi di Paolina Borghese, regalatole dal fratello Napoleone e poi tramandato nella famiglia.
Il Sessantotto, quello dei Beatles e di David Bowie, dell’arte psichedelica, dei viaggi in Oriente e della moda hippie chic, è centrale nella performance di Patrizia Pieroni, che chiuderà la giornata nello showroom Arsenale di via del Governo Vecchio, tra indossatrici-sacerdotesse e nuvole d’incenso e modelli intellettuali.
Martedì, l’evento speciale di Grimaldi e Giardina, che festeggiano i 10 anni di attività, da Roma a Parigi, con ritorno a Roma. Nel complesso monumentale Santo Spirito in Saxia, la collezione d’alta moda e un libro sul loro percorso attraverso schizzi, testi e immagini pubblicitarie.