Ecco la bossanova «antistress» di Sandy Muller

Simone Mercurio

Due giovani musicisti. Lei è una giovane autrice e interprete, nata in Italia da genitori brasiliani. Lui è un autore, musicista e arrangiatore. Si incontrano e iniziano a cantare e suonare insieme. Lei evidenziando una spiccata devozione per la bossanova e per i classici brasiliani, lui dimostrando grande intimità con il jazz e le contaminazioni. Dopo un po’ di tempo dalla simpatia nasce l’amore e la nuova e più forte intesa fa sì che inizino a comporre canzoni con eccellenti risultati.
Lei è Sandy Muller e lui è Claudio Pezzotta, e questa sera saranno al La Palma Fandango di via Mirri a Portonaccio per presentare l’album d’esordio Sandy Müller. Prodotto da Marcelo Costa, percussionista e arrangiatore di Caetano Veloso e con la partecipazione di importanti nomi della musica brasiliana e non solo (basti pensare al trombettista Lew Soloff e a Celso Fonseca e Moska), Sandy è in questi giorni in Italia per iniziare il minuzioso lavoro di tour e promozione, fondamentale per un artista che si affaccia per la prima volta sulla scena.
Lontano dagli stereotipi della musica carioca, il lavoro della bionda italo-brasiliana è una bella commistione fra bossanova e jazz d’autore. Brano di punta e prossimo potenziale singolo da classifica è Não tenho pressa, che si sta imponendo nelle programmazioni dei più seguiti network radiofonici e dal quale è stato tratto un video, anch’esso in programmazione sulle emittenti specializzate.
Si tratta di una bossa molto «cool», forte, cantata in portoghese/brasiliano e in italiano, e resa ancora più seducente dalla pregevole voce di Sandy. «Non ho fretta» è la traduzione del titolo, per un brano che invita ad affrontare la vita lontani da ogni stress, offrendo al nostro futuro migliori prospettive; quasi una provocazione alla fretta ed ai minuti contati che ci costringono a trascorrere con affanno la nostra frenetica esistenza quotidiana.
Divertenti nel cd anche Samba da cozinheira, dal testo semplice e ironico, e la ballata jazz di Solo tu con il suo interessante testo bilingue.
Questa sera sul palco del LaPalma saranno con la cantante, Claudio Pezzotta alla chitarra, Emilio Merone al piano, Guerino Rondolone al basso, Mauro Colavecchi alla batteria e Fortunato Serranò come ingegnere del suono.
La Palma Fandango Club, via Giuseppe Mirri 35. Info: 06.43599029 e www.lapalmaclub.it