Ecco Buy, Ricci e Ranieri «Casalinghe» all’italiana

da Milano

C’era da aspettarselo: le Desperate housewives avranno una versione all’italiana. Oddio, non si tratterà di un rifacimento tale e quale, ma siamo lì. Secondo quanto scrive Tv Sorrisi e canzoni di oggi, la Endemol realizzerà per Canale 5 una fiction in sei puntate che ha come obiettivo quello di italianizzare una delle serie più famose degli ultimi tempi. Si intitolerà Amiche mie e avrà come protagoniste quattro attrici, tre delle quali avrebbero già firmato il contratto: Elena Sofia Ricci, Margherita Buy e Luisa Ranieri. Ne manca una e molti hanno pensato a Barbara D’Urso, che sarebbe ideale per presenza scenica e capacità di interpretare il ruolo. L’inizio delle riprese è fissato per febbraio, mentre il copione è già stato scritto da Cristiana Farina, Rita Rusic e Paola Fossataro.
E poi l’ambientazione.
Le quattro casalinghe italiane vivono nella Milano chic, hanno il loro bel bagaglio di solitudine, cinismo e voglia di rivincita e nell’intreccio forte della loro amicizia troveranno la forza di affrontare i nuovi capitoli della loro vita. Quello sarà lo sfondo sul quale scorreranno gli episodi che, come nella serie originaria, intrecciano dramma, commedia, giallo, satira e addirittura soap opera.
Grazie a questi ingredienti, le Desperate housewives - ideate da Marc Cherry e trasmesse con enorme successo dalla Abc - sono diventate in America un punto di riferimento generazionale capace di riassumere in un’unica immagine lo stato d’animo e di vita di una gigantesca fascia di donne. Tanto per dire, persino Laura Bush, moglie del presidente degli Stati Uniti, una volta si è definita «casalinga disperata»: e non era a un rilassante dopocena, era nel bel mezzo di una conferenza stampa. E, tanto per gradire, una delle interpreti della serie americana, Eva Longoria, è diventata un sex symbol in mezzo pianeta, guadagnandosi ovunque copertine e pettegolezzi.
Insomma, ciò che accade nella finzione di Wisteria Lane nella immaginaria città di Fairview non è poi così inverosimile e fotografa - spesso impietosamente - la vita di tante persone nel tracollo della famiglia. Ed è a questo che probabilmente mira anche la fiction che si prepara per Canale 5, abile già in partenza ad intercettare una mutazione della società che ormai è sotto gli occhi di tutti.
Purtroppo.