Ecco la Calabria che funziona Tutto su «Dossier»

Dare fiducia alle imprese. Un imperativo inderogabile per rilanciare il tessuto produttivo calabrese. Su Dossier, diretto da Raffaele Costa e in edicola nei prossimi giorni con il Giornale, emerge un'analisi lucida e approfondita sull'economia di una regione che, deve sì superare molti ostacoli, ma che può contare su importanti realtà strategiche imprenditoriali.
«Sveliamo la Calabria industriale più intraprendente - puntualizza l'editrice Maria Elena Golfarelli -. Buona parte della stampa sottolinea sempre e solo i problemi. Noi, invece, puntiamo sulla positività del fare di questa regione un'area strategica per il Paese. Mettiamo in primo piano quei fattori e quelle potenzialità, su cui la Calabria potrà fare affidamento per crescere».
Protagonisti, i migliori imprenditori. Il periodico punta i riflettori su quelle aziende più dinamiche, distintesi per la loro propensione all'export, all'innovazione e, soprattutto, per la volontà di continuare a investire sul territorio. E dedica la copertina a Giuseppe Speziali, neopresidente di Confindustria Calabria e promotore di vaste politiche diversificative. «La strada prioritaria da percorrere è quella delle reti d'impresa - sostiene -. L'unico indirizzo possibile in uno scenario economico come il nostro. L'87% del tessuto produttivo della regione, infatti, è costituito da piccole imprese. Ed è per questo che, sulle reti e le aggregazioni d'impresa, si svilupperà l'iniziativa della Confindustria calabrese. È un modello utile e possibile, non soltanto per superare i limiti dimensionali delle nostre aziende ma anche, per qualificare al meglio - soprattutto sui mercati internazionali - le filiere produttive d'eccellenza della regione».
«Negli ultimi anni, è stato fatto tanto per mettere in luce le potenzialità della Calabria - ricorda l'editrice Golfarelli -. Pensiamo solamente all'impegno profuso da Lella Golfo, una calabrese di grande livello. La sua azione come presidente della Fondazione Marisa Bellisario, non soltanto ha messo in luce il valore delle imprenditrici e delle professioniste italiane ma, ha permesso di promuovere culturalmente l'immagine di un “sistema Italia” vincente dove il Meridione non è mai in secondo piano, rispetto al resto del Paese».
Sul nuovo numero di Dossier, interviene anche Giuseppe Scopelliti, presidente della Regione Calabria. Il governatore affronta, a tutto tondo, i nodi più importanti per lo sviluppo del territorio. «Esaminando l'attuale contingenza economica - dice - le difficoltà certamente non mancano. Tra le priorità future, il fronte delle infrastrutture. Siamo, infatti, in attesa di partire con interventi per un miliardo e trecento milioni di euro, previsti nel piano per il Sud. L'altro punto importante è quello dei grandi progetti finanziati dai fondi comunitari. Fondamentali per una crescita reale della Calabria. Al primo posto anche le politiche occupazionali e quelle rivolte alle imprese e al turismo. Nell'agenda delle priorità del 2012, anche la Sanità. Occorre consolidare le conquiste fatte, riordinare il sistema sanitario e la rete ospedaliera pubblica e privata.