Ecco come cambia la terza età Anziani protagonisti a Fiuggi

Alessandra Caputo

È la famiglia il tema sul quale punterà l’attenzione la VII edizione di «Gold Age», il forum internazionale che 50&Più Fenacom dedica agli anziani e che quest’anno si svolgerà a Fiuggi. Dal 18 al 22 ottobre la cittadina termale sarà al centro di un fitto calendario di incontri, dibattiti e workshop di approfondimento, ma anche spettacoli e intrattenimento. L’evento si arricchirà con la presentazione del rapporto scientifico «Essere anziano oggi» che quest’anno è incentrato sulla famiglia sostanziale e le forme familiari della terza e quarta età. Il mondo della terza età sta crescendo per importanza, dimensione e peso oggettivo nella società contemporanea. Esistono, però, diversi aspetti legati alle esigenze e alle aspettative di partecipazione degli anziani che sono difficili da interpretare, perché escono dagli schemi tradizionali di percezione dell’anziano. Ecco perché 50&Più Fenacom (organizzazione fondata nel ’74 su iniziativa della Confcommercio), con il suo presidente Giorgio Re, promuove e organizza Gold Age, un appuntamento in cui gli over 50, le istituzioni, gli enti, gli operatori e le aziende si confrontano sulle tematiche, le caratteristiche e le esigenze della terza età. Dalla ricerca dedicata alla famiglia e alle nuove tipologie di rapporti interpersonali, emerge che gli anziani vivono un grande cambiamento in relazione alla propria famiglia anagrafica. Si fa avanti un nuovo tipo di famiglia che va al di là dei legami di affetto e solidarietà. Ne è un esempio il fatto che un tempo i figli rappresentavano l’unico punto di riferimento, oggi, invece, non sempre è così. La famiglia sostanziale è quella che esiste nella mente e a cui ci si rivolge nei momenti di bisogno. «Fiuggi sarà il momento in cui dall’analisi passeremo alle proposte - dichiara Gabriele Sampaolo, segretario generale 50&Più Fenacom - anche attraverso un confronto con il Governo e le Istituzioni locali. Sono tre i punti sui quali focalizzarsi: emergenza, strumentazione per la famiglia sostanziale e condizioni in grado di sostenere un quadro demografico in cambiamento». La città termale, nel cuore della Ciociaria, coinvolgerà, tra gli altri, anche il Ministero per le Politiche sociali e il Ministero dei Beni culturali. «Siamo di fronte a due realtà, la condizione dell’anziano e la situazione familiare - precisa il professor Giovanni Sgritta, autore della ricerca Essere anziano oggi - ma c’è anche una contingenza emergente, la legge finanziaria. Riprenderò una frase di Ciampi, ovvero, al nostro Paese manca una missione, e aggiungerei che questa potrebbe essere rappresentata proprio dalla famiglia».