Ecco come cambia «X Factor» con Claudia Mori

MilanoD’accordo, il format è quello e non si cambia neanche un po’. Ma X Factor più nuovo di così non potrebbe essere e mica solo perché Simona Ventura ha ceduto il posto a Claudia Mori tra i capisquadra (benarrivata, l’altro giorno le prime foto ufficiali). Insomma, ci sono nuove assegnazioni, nuovi volti e nuovi obiettivi. Innanzitutto è nuova di pacca la collocazione, sempre su Raidue ma per la prima volta a settembre: e non il 14 come si pensava, ma il 10 per evitare sovrapposizioni con Miss Italia. Per un paio di settimane la terza edizione di X Factor andrà in onda al giovedì sera, ma poi tornerà al suo abituale lunedì (abituale si fa per dire, perché l’anno scorso subì un bel po’ di spostamenti). Chiusura prevista: il 30 novembre con proclamazione del vincitore. E scintillante sarà anche lo studio di via Mecenate a Milano, già grande, grandissimo e fortemente voluto dal direttore di rete Marano, ma vai con il maquillage: sono in corso lavori di ampliamento e miglioramento e poi tornerà ancora a disposizione di Luca Tommassini, il coreografo che prepara un vestito scenico per ciascuna delle interpretazioni vocali.
Dopo essersi imposto e consolidato in poco più di un anno, il talent show prodotto dalla Magnolia di Giorgio Gori è alla prova del nove per diventare ancora più grande e, magari chissà, aumentare le sue sinergie con il Festival di Sanremo. Di sicuro ce la metterà tutta Francesco Facchinetti, vero golden boy della tivù italiana che in quello studio ha fatto passi da gigante riuscendo a far cambiare idea ai tanti che all’inizio lo bombardavano di critiche: ora tutti zitti, o quasi. Sarà lui a presentare per la prima volta le categorie in gara con i rispettivi capisquadra: Claudia Mori si occuperà degli over 24, Morgan degli under 24 e Mara Maionchi rimane fissa sui gruppi vocali. Cambiati invece due terzi dei vocal coach. Alla corte di Morgan, il bravo Andrea Rodini cede il passo a Carlo Carcano, musicista e arrangiatore. Invece Claudia Mori ha scelto di lavorare con Roberto Vernetti, 44 anni appena compiuti, musicista e produttore che ha collaborato con una fila di artisti da far impressione, visto che il più giovane è Dolcenera ma i più conosciuti sono Mina, Patty Pravo, Elio e Le Storie Tese, Irene Grandi, Pacifico. Infine Mara Maionchi, che continuerà al fianco di Gaudi. Saranno loro a fare i conti con i musicisti selezionati tra gli oltre trentamila che si sono presentati ai casting in giro per l’Italia. Naturalmente in tanti ci hanno provato solo per il gusto di respirare un po’ l’atmosfera della televisione. Ma - a quanto si dice - sul setaccio degli autori sono rimasti autentici dodici talenti, gente in grado di ripercorrere, o almeno provarci, la strada di Giusy Ferreri, che in un anno ha venduto 850mila copie dei suoi dischi in un periodo in cui si fa festa con cinquantamila. La più giovane ha 19 anni, il più vecchio (per carità, solo per le regole del gioco) ne ha 33. Per di più, sono persino bene assortiti: sia nella categoria under 24 che nella over 24 ci saranno due maschi e due signorine per ciascuna squadra. Nei gruppi vocali invece si va in crescita: un gruppo di due ragazzi, due terzetti (uno tutto di maschi, l’altro tutto di femmine) e infine un quartetto di maschi. Sono tutti italiani, quindi niente importazioni dal Sud America stile Farias. Inizieranno a farsi conoscere nelle strisce di day time, che prenderanno il via il 31 agosto. E poi si faranno giudicare nel Processo a X Factor, che ritorna su Raidue nel primo pomeriggio del sabato. Conduce, anche qui, Francesco Facchinetti, mentre il cast è ancora in via di definizione visto che per ora è confermato solo Pier Paolo Peroni. Insomma, tutto è pronto, mancano solo gli ultimi dettagli e guai a parlare di Adriano Celentano, che, se non altro per virtù coniugale, in tanti sognano tra gli ospiti a sorpresa: assai difficile che ci sia. Stavolta la regina sarà solo lei, Claudia Mori, e vedrete che nei nuovi abiti da talent scout televisiva diventerà la sorpresa dello show.