Ecco come cambiano le liquidazioni

Il Consiglio dei ministri ha approvato la riforma del trattamento di fine rapporto. Il provvedimento entrerà in vigore dal primo gennaio 2008 (e non dall'anno prossimo, come si era inizialmente ipotizzato). Soddisfatto il ministro Roberto Maroni che spiega al Giornale: «Con la nostra riforma vantaggi per i giovani e i precari. Ora la previdenza sarà più solida». La destinazione del Tfr verrà decisa dal dipendente. Le opzioni sono due: lasciare i soldi accantonati in azienda o versarli in un fondo. Sei mesi di tempo per decidere.