Ecco «Cannibal» il musical tutto da ridere

Lo spettacolo ospitato nella vetrina del «Dreaming festival»

Tempo di musical al «Dreaming festival», la nuova manifestazione dell’Estate Romana che si è inaugurata ieri al laghetto dell’Eur. La rassegna è diretta da Claudio Insegno che ha deciso di proporre oltre ai collaudati personaggi più apprezzati ed applauditi del cabaret (televisivo e non) anche musical e piccoli concerti jazz. Dopo il debutto di ieri sera con il «Pino Insegno Sho», è la volta - questa sera alle 21.30 - di Cannibal. Il musical.
Definito il miglior «horror-musical di tutti i tempi dopo The rocky horror picture show, lo spettacolo si avvale di due firme di prestigio Trey Parte e Matt Stone, conosciuti soprattutto per la geniale e irriverente serie televisiva «South park».
La regia dello spettacolo è dello stesso Claudio Insegno che firma l’adattamento insieme con Simone giusti e Mara Mazzei.
La storia è ambientata nel Colorado di fine Ottocento (un western a suo modo) dove la giornalista Polly Pry (Mara Mazzei) incontra Packer (Antonello Angiolillo) alla vigilia del processo che lo vede alla sbarra per cannibalismo. È il pretesto per ripercorrere i fatti realmente accaduti: vale a dire la storia del viaggio allucinante di un gruppo di cercatori d’oro dispersi senza viveri sulle Montagne Rocciose, tra indiani «nipponici», ciclopi «purulenti» e cacciatori «scacciati» in un susseguirsi di imbarazzanti e paradossali colpi di scena. Il tutto condito con qualche canzone «scanzonata» e qualche passo di tip tap «tappato». Insomma un piccolo gioiello di comicità, al suo debutto assoluto per una platea italiana.