Ecco come cantare Frank Sinatra con ironia

All’epoca dell’indimenticabile trio comico Marchesini, Lopez e Solenghi già aveva dato prova di un talento musicale che avrebbe influenzato tutta la sua carriera di artista. Chi non ricorda Massimo Lopez, nella celeberrima parodia televisiva dei Promessi sposi di Alessandro Manzoni, quando suonava al pianoforte una melodia d’amore, satirica quanto armoniosa, e particolarmente ispirata? Da questa sera (e fino al 18 marzo) Lopez sarà al teatro Parioli per uno spettacolo musicale, Ciao Frankie un concerto-tributo dedicato al genio di Frank Sinatra. Lopez si esibirà in un intenso One man show in cui interpreterà i grandi successi di «the Voice», ripercorrendo così oltre sessant’anni di storia della musica americana. Alla regia ci sarà Giorgio Lopez, il fratello di Massimo, grande doppiatore che ha dato voce sul grande schermo a Danny De Vito e a Dustin Hoffman. L’orchestra «Big Band Jazz Company» composta da quattordici elementi e diretta da Gabriele Comeglio, accompagnerà l’attore in questa avventura musicale. Si parte dal brano Splanky, passando per The way you look tonight e l’immancabile New York New York, per arrivare al gran finale con gli ever green My way e Strangers in the night. Insomma gli ammiratori di Frank Sinatra e gli amanti dello swing avranno pane per i loro denti (cioè musica per le loro orecchie), ma non solo. Perché Lopez non può dimenticare la sua grande vocazione, la comicità. Sarà curioso infatti vedere Lopez alternarsi tra un brano musicale l’interpretazione dei suoi storici «pezzi» comici e l’imitazione dei personaggi a lui tanto «cari», quali monsignor Tonini e l’ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. D’altra parte sono più di vent’anni che il comico conquista il pubblico, sia in teatro sia in tv, con i suoi sketch esilaranti. Gag e monologhi, dunque, ma anche un repertorio rinnovato e incentrato sull’attualità (perché anche un comico deve tenersi al passo coi tempi). Allora ecco Lopez alle prese con le «new entry», come Romano Prodi, Giorgio Napolitano e persino Papa Ratzinger.
Biglietti 22-26 euro. Info www.teatroparioli.it.