Ecco che cosa prevede la legge 194

L’ipotesi di reato per il ginecologo suicida a Genova è quella riferita all’articolo 19 della legge 194 riguardante l’interruzione volontaria della gravidanza al di fuori delle procedure e previste dalla legge stessa. Ecco cosa prevede la legge: l’interruzione volontaria di gravidanza è praticata da un medico del servizio ostetrico-ginecologico presso un ospedale generale, ospedali pubblici specializzati, case di cura autorizzate dalla Regione. La legge 194 prevede che l’interruzione della gravidanza possa essere praticata entro i primi 90 giorni. Dopo, è previsto il cosiddetto «aborto terapeutico» (di solito effettuato entro la 24ª settimana di gestazione) in caso di rischio di salute per la donna o in caso di malformazione che metta a rischio l’incolumità della gestante. È prevista una procedura d’urgenza: quando il medico del consultorio o il medico di fiducia riscontra infatti «l’esistenza di condizioni tali da rendere urgente l'intervento - afferma la legge - rilascia immediatamente alla donna un certificato attestante l’urgenza.